riflessioni - GRUPPO DI PREGHIERA "I TABERNACOLI" Brescia

GRUPPO PREGHIERA
"I TABERNACOLI "- Brescia -
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Madonna parla della Fede già nel quarto, quinto e sesto giorno delle apparizioni, e poi ancora spesso , come è ben comprensibile .
Senza la Fede , infatti, non è possibile  giungere alla pace.
Quindi la Fede è per se stessa risposta alla Parola di Dio, nella quale Dio  non soltanto  si rivela, ma si dona agli uomini. Nella Fede  l'uomo  riceve la Parola di Dio  che è diventata in Cristo " la nostra pace"( Ef.2,14)
Accogliendola l'uomo diventa <uomo nuovo> in quanto acquista vita nuova  in Cristo, e diventa partecipe  della natura divina  secondo le Scritture (cfr. 1 Pt 1,4;Ef 2,18)

Buona riflessione a tutti. Cervobianco

LA MADONNA, dal quinto  giorno in poi  quasi ogni giorno sollecita  e raccomanda la preghiera. Chiede a tutti di pregare senza interruzione proprio come aveva fatto Gesù (cfr. Mc 9,29;
Mt 9,38;Lc 11,5-13...).
Conosciamo che la preghiera sollecita e fortifica  la Fede dell'uomo, senza la quale  non esiste un rapporto ordinato  nè con Dio  nè con gli uomini. Inoltre , mediante la preghiera, l'uomo testimonia  il suo legame   vitale con Dio: lo riconosce , gli rende grazie  per i doni ricevuti e con fiducia  attende  da Lui tutte le altre  cose  che gli sono necessarie.  In particolare l'Amore verso Dio  e da quell'Amore saperlo donare ai fratelli
Sappiamo che la preghiera e fondamentalmente legata sulla "PAROLA" di Dio all'uomo e l'uomo deve saper rispondere  con il suo si con la parola.
Perchè la Vergine Maria ogni qual volta termina il Suo Messaggio ; con Pregate, Pregate,  
Pregate ?????  riflettiamo  su questa triplice parola. E' molto importare riflettere possibilmente davanti al Tabernacolo nel restare in silenzio  per ascoltare la Sua Parola.
Buona riflessione .  
cervobianco


MEDITA: LO SPIRITO DELLA VERITÀ - Pensiero curato da Don Luciano V.M.

" Quando verrà il Paraclito , che io vi manderò dal Padre, lo  SPIRITO DELLA VERITà, EGLI DARà TESTIMONIANZA DI ME; E ANCHE VOI DATE TESTIMONIANZA, PERCHÉ SIETE CON ME FIN DAL PRINCIPIO".

La Chiesa oggi  celebra il compimento  del mistero pasquale accogliendo l'effusione  dello Spirito,cosi come  era avvenuto nella Pentecoste  sulla Chiesa nascente . lo Spirito di verità di cui parla Giovanni  è lo Spirito di Cristo, unico rivelatore  dell'Amore del Padre . il primo frutto  dello Spirito è infatti  l'Amore, quell'amore  che Gesù  ha effuso nei nostri cuori, dandoci la possibilità di entrare  nel mistero del  suo  essere Figlio e di conoscere , di sperimentare  quel dono di sè che Gesù  ha vissuto  nella sua Pasqua.
Non è una conoscenza  intellettuale , ma una partecipazione  cordiale , cioè un'abbandonarci  al Padre.
Vieni datore dei doni , vieni luce dei cuori e guidaci alla verità tutta intera
========================================================================================  

Contemplo:  Secondo la tua misericordia
Il mio amore è prezioso ai tuoi occhi, perchè è l'amore di tuo  Figlio;  il mio amore è prezioso ai miei occhi , perchè  mi fa tuo figlio . Ti affido i miei problemi , Signore, e il mio dolore. Ricordami  che non solo solo, che non sono responsabile  di ciò  che non  posso fare, e con non c'è niente che tu e io insieme non possiamo   affrontare. non so neppure cosa chiederti: tu però conosci le mie necessità- Tu mi ami più di quanto io ami  me stesso. Concedi a me, figlio tuo, quanto non so chiederti, agisci per me secondo la tua misericordia.
Abbracciami, Padre, perchè tu sia in me e io in te, mia unica speranza, mio rifugio, mia gioia, mia gloria, fuoco del mio cuore. Tu, amato dall'intero mio essere. dolcezza della mia vita.

                                                                                   (Dio Misericordioso pp.140-11)

***************************************************************************************************************************
La persona di San Paolo, se la conosciamo un pochino, possiamo affermare che la sua grandezza di apostolo di Gesù,è stata per noi Cristiani la gioia di comprendere come lo Spirito Santo  lo  ha accompagnato nella sua vita nell'essere un vero precursore di Gesù durante  tutta la sua vita. Possiamo dire che è stato per tutti l'esempio  della nostra Fede. Lui si è dichiarato  "servo inutile" ; dichiarandosi tale, ci insegna che per tutti i Cristiani si ha il dovere di seguire con molta attenzione le "PAROLE" che Gesù ci ha lasciato, cioè il Vangelo. Paolo ha saputo trasmetterci con forza e determinazione che la "PAROLA" è l'essenziale per vivere nell'Amore di Gesù nostro Signore.

Tutti coloro che seguono i gruppi "I TABERNACOLI" dovrebbero sentirsi "servi inutili" è il Signore  che sa guidarci nel nostro cammino; nell'essere piccoli apostoli nel portare la Parola del Signore ai fratelli.
Per essere piccoli apostoli la persona deve avere la capacità di sapere amare , nella sua profondità tutti ; per essere dei piccoli apostoli occorre avere una preparazione  silenziosa, nel trascorrere ogni giorno un tempo utile davanti al Tabernacolo e sapere  chiedere  al Signore che entri in noi lo Spirito dell'umiltà, della mitezza e della carità. Essere seguiti da un Padre Spirituale e avere l'ubbidienza nel rispondere a tutti i consigli che riceviamo.

Ecco che con il tempo, piano piano scopriamo il desiderio di  entrare nella consapevolezza  che solo nell'inginocchiarsi davanti al Tabernacolo comprendiamo la forza della preghiera  che ci dona la gioia di incontrare  Dio "Padre".
E' nella concentrazione nella preghiera, non è altro che un appuntamento  con Dio  nel  profondo del nostro essere.
Per diventare  "Servi inutili" come dice San Paolo occorre trovare in noi stessi ; l'umiltà, nel sapersi fare una dolce violenza, per fare un passaggio dal mondo dei sensi al  nostro mondo  interiore profondo.E' avere il coraggio di entrare in una  altra  realtà, nel lottare contro corrente. Certo che tutto ciò costa molto sacrificio; proviamo a scendere  nel nostro interiore : chiedere a Gesù nel Tabernacolo, che ci doni la  gioia , di saperlo trovare attraverso  quella  concentrazione  silenziosa . Diventa un percorso impegnativo. Occorre togliersi le nostre maschere, dalle quali con volontà staccarci per comprendere cosa vuole il Signore da noi. Il Signore conosce la nostra  natura e Lui che è tanto Misericordioso  sa indicarci sempre la strada per arrivare a scoprire la  preghiera del cuore.

cervobianco


continuerà il concetto la prossima settimana per inoltrarci nel comprendere di più la "preghiera del cuore"  



=========================================================================================  
Eccomi di nuovo come promesso nel continuare sulla preghiera del Cuore.

Per poter comprendere la  preghiera del cuore; occorre trovare in se stessi la calma........... perchè una persona agitata non può entrare nella profondità di se stessa , per incontrare la preghiera del cuore occorre saper trovare  dei momenti di silenzio ,per incontrare la propria purificazione  e il suo ordine. Cioè scoprire in noi lo Spirito della Verità, alla fine fare la verità in noi , questa la trovi attraverso l'umiltà: - Il Signore a detto : Imparate da me che sono Umile e Mite di cuore: -  
Sono pensieri che mi vengono spontanei dal cuore . Vorrei  avere quella santa Umiltà nel trovare la capacità di chiedere al Signore "L'Amore" , di comprendere  e fare comprendere a tutti che la preghiera del cuore, ci dona la garanzia  della nostra serenità, nell'aprirsi sul presente , non tanto sul futuro, sull'immediato non tanto sull'ipotetico. Ma è l'oggi  che interessa, e nel restare in quel silenzio davanti al Tabernacolo  che conta, è qui che occorre chiedere  al Signore che ci aiuti a essere quei "Servi inutili" per i nostri fratelli.
Se i gruppi "I TABERNACOLI"  cioè tutti i componenti ameranno il Tabernacolo; il Signore ci donerà tante Grazie che nel tempo le potremo donare ai nostri fratelli-.
Certo deve essere un impegno  costante con la preghiera del cuore nell'invocare la Madre di Gersù e nostra; perchè, attraverso la Sua intercessione ottenga da Dio Padre dal Suo Figlio e dallo Spirito Santo, le Grazie necessarie per raggiungere quella capacità di essere quei "Piccoli Apostoli", nel parlare ai nostri fratelli con l'amore che il Signore ci ha donato.

Chi avrà il piacere di leggere questi pensieri le auguro che trovino in loro quella riflessione profonda che ci aiuta a scoprire la nostra serenità
Cervo Bianco

Torna ai contenuti | Torna al menu